Contenuto principale

corsi monografici

Venerdì 26 maggio, dalle 14.00 alle 16.00, gli alunni e gli insegnanti dei laboratori della scuola secondaria hanno organizzato un momento di festa, aprendo le porte delle loro aule ad alcuni ospiti speciali: le classi quarte della scuola primaria, con le loro maestre, e i genitori della scuola media.

Ai piedi del bellissimo murales appena realizzato da alcuni alunni di 3^, gli allievi del laboratorio di musica hanno accolto i visitatori suonando le melodie su cui tanto si sono esercitati, come una vera orchestra. Con le ultime note ancora nell’aria, gli apprendisti ciceroni della scuola media hanno guidato gli ospiti a scoprire i vari temi trattati a cineforum e i laboratori di lingue straniere, inglese e francese, nei quali gli studenti hanno potuto approfondire le proprie conoscenze e conseguire recentemente le certificazioni KET e DELF.

Intanto, al piano superiore dell’edificio, aspettavano impazienti gli alunni degli altri corsi: taglio e cucito, molecole, traforo e origami. I visitatori hanno così visto i lavori realizzati e ascoltato direttamente dai ragazzi come sono stati costruiti nel corso del secondo quadrimestre. Astucci, borse, cuscini e portaspilli di ogni forma e colore; variopinti origami di diverse dimensioni; molecole e DNA realizzati con materiale di recupero e scientificamente illustrati; aeroplani, sculture a forma di animale e vere e proprie panchine in legno: questi sono solo alcuni degli oggetti in mostra che sono stati realizzati con studio e pazienza dagli studenti del tempo prolungato della scuola media, guidati dai loro professori.

In questi laboratori gli alunni hanno scelto quali materie approfondire o si sono messi alla prova con attività manuali, scoprendo un modo diverso di stare a scuola e le proprie capacità e attitudini. Il pomeriggio è stato denso di attività e concentrazione e, alla fine, i sorrisi sui volti di tutti, visitatori e “presentatori”, hanno decretato il successo di questa festa del nostro istituto comprensivo.

Doverosi sono i ringraziamenti alla Dirigente Scolastica, agli alunni delle classi quarte delle scuole primarie e alle loro maestre, ai genitori della scuola media.

 Gli studenti e gli insegnanti della scuola Secondaria

ket1

BRILLANTI RISULTATI OTTENUTI  DA 26  ALUNNI DELLA SCUOLA  MEDIA  CAMERONI NELLA  CERTIFICAZIONE KET

Ket significa Key English Test ed è  una certificazione riconosciuta a livello internazionale  rilasciata dal British  Council (Ente Culturale Britannico) che accerta l'abilità  di comunicare in inglese ad un livello A2 (secondo il Quadro  Comune Europeo di riferimento per le lingue). Consiste di tre parti: Reading and Writing, Listening e Speaking. I candidati che superano l'esame  con un punteggio elevato ricevono però una certificazione attestante una abilità di livello B1 (quindi più alta).

Anche quest'anno un cospicuo numero di studenti di tutte le sei classi terze ha sostenuto l'esame KET lo scorso 18 marzo  e  tutti l'hanno superato brillantemente. In particolare, 6 di questi alunni hanno raggiunto il livello B1. Tra i 26 ragazzi partecipanti c'erano anche alunni di nazionalità straniera per i quali l'inglese è  quindi la terza lingua.

Questi risultati riempiono di soddisfazione e di orgoglio tutti gli insegnanti del dipartimento di lingue straniere della Scuola Media Cameroni. 

Un sentito ringraziamento alla “Fondazione Bergamini” che ha appoggiato la realizzazione di questa attività.

blog-sappada-campionati-studenteschi-02

In allegato è possibile scaricare i risultati della fase distrettuale dei C.S. di atletica leggera svoltasi a Treviglio martedì 11/04/2017.

Le prime 5 squadre classificate della categoria cadette e cadetti sono ammesse a partecipare alla fase provinciale in programma mercoledì 3 maggio 2017 ore 9.00  campo sportivo via delle Valli a Bergamo. E' ammesso inoltre a partecipare  a titolo individuale l'atleta primo classificato che non fa parte della squadre ammesse.

 Le prime 5 squadre classificate della categoria ragazze e ragazzi sono ammesse a partecipare alla fase provinciale in programma venerdì 12 maggio 2017 ore 9.00 campo sportivo via delle Valli a Bergamo. E' ammesso inoltre a partecipare  a titolo individuale l'atleta primo classificato che non fa parte della squadre ammesse.

17 giochi gioventu squadra cameroni

“Cameroni, Cameroni, Cameroni…”  scandivano, accompagnando le parole con il battito delle mani e le braccia alzate al cielo, i sessanta ragazzi che avevano partecipato alla fase distrettuale dei Giochi Sportivi Studenteschi di atletica leggera, tornando a scuola dal centro sportivo di Treviglio. Circa la metà di loro aveva una o due medaglie al collo perché, in tutte le specialità della disciplina, sul podio era salito almeno un ragazzo o una ragazza della Cameroni. “L’istituto comprensivo De Amicis ha fatto poker…”ha proclamato lo speaker, annunciando, al termine delle premiazioni individuali, che le quattro squadre partecipanti (ragazzi e ragazze di prima media, cadetti e cadette di seconda/terza media) avevano avuto il sopravvento su tutte le altre sedici scuole partecipanti e si erano aggiudicate il gradino più alto. Un boato è seguito all’annuncio di un risultato impensabile nei giorni della preparazione dei ragazzi, progressiva certezza sul campo di gara ogni volta che sentivamo il nome di uno dei nostri rimbombare nell’aria. Sempre una grande emozione per loro e per noi prof. dispensatrici di consigli, suggerimenti, regole che sembrano non bastare mai.

 foto bullismo

Martedì  7 febbraio, gli alunni delle classi prime della Scuola media, accompagnati dai professori, si sono incontrati in palestra per dare un contributo alla prima "Giornata nazionale contro il bullismo a scuola".  
Come suggerito dall'Ufficio scolastico di Bergamo, i ragazzi, tenendosi per mano, hanno formato un NODO BLU, che è  stato fotografato da intrepidi docenti che si sono arrampicati sul quadro svedese per avere una migliore inquadratura. Grazie a loro, ad altri prof. che hanno creduto in questa occasione educativa e grazie a tutti i ragazzi delle sei classi, il nodo si è  formato, magari non proprio preciso, ma segno tangibile del desiderio di tutti di combattere il bullismo e testimonianza di quanto ogni giorno a scuola si organizza per far vivere ai ragazzi esperienze che li aiutino a diventare adulti responsabili e veri cittadini.

Sottocategorie